Carlotto Rosolio

Carlotto Rosolio

Un liquore dolce a 27° alcolici che ha come base distillati ed alcoolati di fiori e frutta di zone a clima centroeuropeo, amalgamati dall’olio di Rosa Bulgara.

Nessuna valutazione inserita scrivi la tua recensione

Scrivi una recensione per il prodotto

Per scrivere una recensione devi prima fare login

REGISTRATI

Non sei ancora registrato?
Clicca qui per entrare a far parte della community di Famiglia Gastaldello
Potrai velocizzare i tempi di acquisto ed essere informato su ogni nostra iniziativa!

Nazione Italia
Regione Veneto
Ricette Torta di nocciole al Rosolio Carlotto
Ingredienti per 6 persone
g. 500 di nocciole
g. 350 di zucchero
n. 8 albumi
n. 1 bicchiere di latte
cannella e chiodi di garofano
n. 1 bicchierino di ROSOLIO CARLOTTO
Preparazione
tostare le nocciole, pelarle e poi tritarle finemente. Aggiungere lo zucchero, il latte, il Rosolio ed un pizzico di cannella e chiodi di garofano ridotti in polvere e gli albumi montati a neve ferma. Versare in una tortiera imburrata ed impanata ed infornare a 150° circa per 40 minuti.
Servire con la seguente crema di cioccolato:
Ingredienti
g. 200 di panna
g. 100 di latte
g. 250 di cioccolato fondente
Preparazione
cuocere la panna ed il latte in una casseruola. Quando bolle aggiungere il cioccolato grattugiato e mescolare fino a quando il cioccolato è sciolto. Far raffreddare continuando a sbattere con una frusta. Ananas al Rosolio Carlotto
Tagliare a pezzetti un ananas maturo e metterli a macerare con il Rosolio Carlotto; servire freddo.

Confezione da: 0,50 L

21,00

Disponibile
Condividi
Il Rosolio Classico, o Rosolio Mitteleuropeo, tanto apprezzato alle corti dell’Impero austro-ungarico è prodotto ancora oggi dalla Carlotto & C. sulla base di un’antica ricetta lasciataci dal bisnonno Potepan Onesto di nascita ungherese, famoso liquorista a Vienna. Il Rosolio della Carlotto & C. conserva quindi le caratteristiche del Rosolio di allora. La produzione del Rosolio ha reso unica ed inestimabile la tradizione che ormai vive da più di un secolo della Liquori CARLOTTO & C. Data la moderata alcolicità, può essere bevuto a qualsiasi ora del giorno, come era abitudine nel tempo passato. Era infatti bevuto in tutte le corti della Mitteleuropa: Vienna, Trieste, Budapest e Venezia.
Per le nostre abitudini di oggi lo si consiglia a fine pasto, possibilmente freddo, in piccole dosi (10ml). Si raccomanda, prima del caffè e, per i più golosi, servito in bicchierini di cioccolato fondente.
Al Rosolio Carlotto, l’Accademia italiana della Cucina ha conferito il prestigioso premio “Dino Villani”.


La famiglia Carlotto – Potepan coltiva questa passione da generazioni. Le radici portano indietro nel tempo fino al XV secolo, alla stirpe ungherese dei Potepan che, agli inizi dell’800, portò alla corte imperiale di Vienna, l’arte pasticcera e liquoristica magiara.
Infatti, a quel tempo, i pasticceri erano anche raffinati liquoristi. Così, il Rosolio di Anton Potepan, antenato di Beppe Carlotto, divenne il liquore più apprezzato dall’aristocrazia mitteleuropea.
Un ricordo tra i mille? Il 5 aprile 1875, Francesco Giuseppe Imperatore d’Austria, in visita ufficiale a Venezia, ne fece dono al Re d’Italia Vittorio Emanuele di Savoia.
Guidato dalla stessa passione e con grande maestria, Beppe Carlotto con la moglie e la figlia, propone i suoi squisiti liquori (sono circa trenta) nel suo locale, vanto fin dal 1919 della famiglia, e della Valdagno che ama le cose belle, buone e autentiche. L’antica e notissima rivendita di liquori e vini (classica “bottega da vino” di fine Ottocento) di via Garibaldi, conosciuta e visitata da innumerevoli esperti ed estimatori di tutto il mondo, è di buon diritto annoverata tra i Locali Storici d’Italia (solo 3 in provincia di Vicenza).
Opinioni dei clienti
Nessuna valutazione inserita scrivi la tua recensione



Acconsento al trattamento dei dati in in conformità all'art. 13 D. LGS. 196/2003 sulla tutela della privacy
digita il codice di sicurezza