Chateau D'Arlay Blanc 2011

Chateau D'Arlay Blanc 2011

Ottenuto da uve Chardonnay e Savagnin, con affinamento di almeno tre anni in grandi botti di legno. E’ un vino secco ma rotondo, con potenziale di invecchiamento di almeno 15 anni.

Nessuna valutazione inserita scrivi la tua recensione

Scrivi una recensione per il prodotto

Per scrivere una recensione devi prima fare login

REGISTRATI

Non sei ancora registrato?
Clicca qui per entrare a far parte della community di Famiglia Gastaldello
Potrai velocizzare i tempi di acquisto ed essere informato su ogni nostra iniziativa!

Nazione Francia
Regione Jura

Confezione da: 0,750 L

26,50

Disponibile
Condividi
Blanc Tradition Côtes du Jura è ottenuto da un assemblage composto da 2/3 Chardonnay e 1/3 Savagnin, con affinamento di almeno tre anni in grandi botti di legno. E’ un vino secco ma rotondo, con potenziale di invecchiamento di almeno 15 anni. La tipicità è accentuata dalla presenza del Savagnin e da una delicatissima ossidazione. Ha aromi di nocciola, uva passa, thè e caprifoglio. Da servire fresco ma non freddo, si accompagna idealmente ad asparagi, pesce di lago e fiume, carni bianche, fondue, cucina esotica e formaggi di montagna.


Château d’Arlay è un domaine familiare classificato “Monument Historique”, aperto al pubblico in estate, che per vocazione e tradizione produce vini dai lunghi affinamenti in legno, dotati di una stupefacente attitudine all’invecchiamento, nei quali le note del terroir si esprimono con freschezza ed eleganza.
E’ reputato il più antico Château di Francia, come attestano i documenti conservati nel castello fin dal 1070. Arlay non è stato mai né venduto né acquistato dall’anno della sua fondazione, fatto del tutto eccezionale. A causa di questa anzianità vitivinicola, per la fama conquistata nel tempo e per la loro qualità, i vini qui prodotti fanno parte dei “Grands Vins de France”.
Château d’Arlay viene spesso citato come un “grand cru” del Jura e gode di una forte immagine di qualità sia in patria che all’estero. La storicità dei vini è rafforzata dello stile delle etichette, mai più variate dopo il 1917.


Il terroir di Château d’Arlay deve la sua fama anche alle caratteristiche del sottosuolo marnoso e al fatto che i vigneti sono esposti in pieno sud, inconsueto per la regione. Tutte le vigne, 21 ettari su terreni collinari, sono “vieilles vignes”, piantate nel 1953 e nel 1974. Le condizioni naturali distintive e la lunga tradizione permettono di produrre vini che sono la migliore espressione del Jura, anche se il conte Alain de Laguiche, proprietario di Château d’Arlay, sottolinea che “nous élaborons d’abord du Château d’Arlay, et non un simple Côte du Jura”, dando quindi priorità al concetto di “terroir” locale. Punto di vista non lontano da quello espresso dalle numerose citazioni in articoli di stampa, guide e libri sui più grandi vini del mondo, confermato dalla presenza nelle cantine e nelle carte vini dei più grandi ristoratori.
Opinioni dei clienti
Nessuna valutazione inserita scrivi la tua recensione


Acconsento al trattamento dei dati in in conformità all'art. 13 D. LGS. 196/2003 sulla tutela della privacy
digita il codice di sicurezza